Hugo Pratt

Gli Scorpioni del deserto

Scorpioni del deserto - Tomo 1 (Milano Libri)

Hugo Pratt: "Gli Scorpioni del Deserto"

Testo e disegni: Hugo Pratt (primi 5 episodi)

Alla scomparsa dell'autore la serie viene ripresa da:

  • Pierre Wazem (sesto episodio)

  • Casali - Camuncoli (settimo episodio)

"21 dicembre 1941 gole di Keru. Questa mattina abbiamo assistito alla carica di uno squadrone di cavalleria Italiana, credo della 41° Brigata Coloniale contro le nostre truppe appostate sulle alture ad ovest della valle. I componenti dello squadrone erano Amhara Tigrini e sembra anche eritrei Yemeniti. Sono stati fermati dal fuoco di un mitraglitore Bren servito dal personale di cucina di una nostra compagnia britannica [...] Si è scritto molto sulla carica della brigata leggera a Balaclava. Tennyson le dedicò una poesia. Gli americani un film. Mi domando se qualcuno scriverà mai su questa azione di cavalleria composta da Africani che al grido di 'Savoia!' hanno combattuto una guerra non loro [...]"

Firmato LTN. Koinsky, p.a.c. dell'esercito del Nilo

LRDG Logo

Gli Scorpioni del Deserto

La saga dedicata agli "Scorpioni del Deserto" ha inizio nell'ottobre del 1969 con 5 tavole pubblicate sulla rivista "Sgt Kirk" di Florenzo Ivaldi. In realtà bisognerà aspettare altri quattro anni da quelle poche tavole iniziali per vedere la continuazione della serie sulla rivista "Tintin". "Scorpioni del Deserto" è il soprannome dato al "Long Range Desert Group" (LRDG), unità speciale dell'esercito britannico costituita all'indomani della dichiarazione di guerra dell'Italia (giugno 1940) e operativo nei territori coloniali dell'Africa del nord-est (1).

Le avventure del tenente Koinsky, Cush e compagnia (in realtà il vero protagonista della saga è l'essere umano in quanto unico vero sconfitto dalla guerra) si svolgono nell'arco temporale che va dall'ottobre del '40 al febbraio del '41 e coinvolgono più personaggi che troveremo anche nelle avventure di Corto Maltese (da Cush stesso a Tenton e Mac Gregor).

E' proprio da Cush, in un discorso tra lui, Stella e Koinsky in "Piccolo chalet gaio come te", che sappiamo che Corto partecipò alla guerra civile spagnola:

Koinsky: "Chi ti ha insegnato a parlare in questo modo?" Cush: "L'esperienza... e ho avuto dei bravi compagni di lotta e qualche amico che più o meno dicevano le stesse cose. In particolare un certo Corto Maltese... sembra sia sparito durante la guerra di Spagna." Stella: "La guerra di Spagna? L'ho fatta anch'io." Cush: "Ah si?!? Allora sicuramente eravate in campi opposti."

Gli spunti biografici non mancano: Pratt nel biennio era effettivamente nel Corno d'Africa dove nel '41 conobbe il "vero" tenente Koinsky, un ebreo polacco che emigrò in Inghilterra per arruolarsi nel British Army e che ora vive a Londra.

A proposito del parallelismo tra il polacco e il Corto Pratt afferma: "Koinsky è effettivamente più duro di Corto. Eppure credo che in definitiva Koinsky abbia ucciso un minor numero di persone di Corto. Koinsky non ha nemmeno tendenze anarchiche. Ha frequentato in Polonia una scuola militare, cosa non facile per un ebreo, ma sua madre era stata l'amante di un generale polacco". (2)

La saga degli Scorpioni non può non riportarci con la memoria all'altro grande personaggio di guerra disegnato da Pratt: "Ernie Pike". Si potrebbe dire che Koinsky rappresenta la naturale evoluzione in senso prattiano dell'inviato di guerra di Oesterheld (con il cinismo del polacco a rappresentare il dovuto marchio di fabbrica) e il fatto che lo stesso Koinsky presenterà i racconti di guerra del periodo inglese dell'autore (3) potrebbe considerarsi un omaggio (dopo gli screzi del passato) al grande sceneggiatore argentino.

Alla morte del maestro la serie degli "Scorpioni" sarà continuata da Pierre Wazem (Les Scorpions du Désert: Le Chemin de Fièvre) e da Camuncoli e Casali (Gli Scorpioni del Deserto: Quattro sassi nel fuoco).

Elenco degli episodi della serie "Gli Scorpioni del Deserto":

  1. Gli Scorpioni del Deserto - Les Scorpions du Désert (Pratt)

  2. Piccolo chalet... gaio come te - J'ai deux amours... (Pratt)

  3. Vanghe dancale - Un fortin en Dancalie (Pratt)

  4. Dry Martini Parlor - Conversation Mondaine à Moululhe (Pratt)

  5. Brise de mer (Pratt)

  6. Appuntamento a Dire Daua - Le Chemin de Fièvre (Wazem)

  7. Quattro sassi nel fuoco - Quatre cailloux dans le feu (Casali - Camuncoli)

1969-1974: "Gli Scorpioni del Deserto"

Sgt Kirk n.28

(M) 1969: Gli Scorpioni del Deserto. Italia: rivista "Sgt. Kirk", Edizioni Ivaldi, n.28 (10/69); tavole 1-5, versione b/n.

Il proseguo dell'episodio viene pubblicato sulla rivista "TinTin" in contemporanea sulle edizioni francese e belga:

(M) 1973-1974: Les Scorpions du désert. Francia: rivista "Tintin", Dargaud, n.5/1267 (06/02/1973) "RAS à Djaraboud", n.8/1270 (27/02/1973) "La piste de Siwa", n.20/1282 (22/05/1973) "Direction: Le Caire", n.62/1324 (12/03/1974) - n.64/1326 (26/03/1974) "Les Scorpions du Désert"; episodio completo (tavole 1-45), versione a colori.

(M) 1973-1974: Les Scorpions du désert. Belgio: rivista "Tintin", Lombard, n.6/73 (06/02/1973) "RAS à Djaraboud", n.9/73 (27/02/1973) "La piste de Siwa", 21/73 (22/05/1973) "Direction: Le Caire", 11/74 (12/03/1974) - 13/74 (26/03/1974) "Les Scorpions du Désert"; episodio completo (tavole 1-45), versione a colori.

(R) 1974: Gli Scorpioni del Deserto. Italia: rivista "alterlinus", Edizioni Milano Libri, n.1 (1974) - n.5 (1974); episodio completo, versione b/n.

1974-1975: "Piccolo chalet... gaio come te"

Linus n.1 - 1975

(M) 1974: Piccolo chalet gaio come te. Italia: rivista "alterlinus", Edizioni Milano Libri, n.6 (1974); tavola 1, versione b/n.

(M) 1975: Piccolo chalet gaio come te. Italia: rivista "Linus", Edizioni Milano Libri, n.1 (1975) - n.8 (1975); episodio completo, versione b/n.

(R) 1975: Scorpions du désert: Les sables mouvants. Belgio: rivista "Tintin", Lombard, n.38 (16/9/75) - n.48 (25/11/1975); episodio completo, versione a colori.

1980-1981: "Vanghe dancale"

Alter Alter n.7 - 1981

(M) 1980-1981: Avvocati in Dancalia. Italia: rivista "alter alter", Edizioni Milano Libri, n.1 (1980/01), n.9 (1980/09), n.7 (1981/07) (verificare n.4,7,12 del 1980); episodio completo, versione b/n.

(R) 1982: Un fortin en Dancalie. Francia: rivista "Tintin", Lombard, n.332 (15/01/1982) - n.338 (26/02/1982); episodio completo, versione a colori.

(R) 1982: Un fortin en Dancalie. Belgio: rivista "Tintin", Lombard, n.3 (19/01/1982) - n.9 (02/03/1982); episodio completo, versione a colori.

1982-1983: "Dry Martini Parlor"

Alter Alter n.7 - 1982

(M) 1982-1983: Dry Martini Parlor. Italia: rivista "alter alter", Edizioni Milano Libri, n.7 (1982) - n.1 (1983); episodio completo, versione b/n.

(R) 1983: Conversation Mondaine à Moululhe. Francia: rivista "(A Suivre)", Casterman, n.65 (06/1983) - n.67 (08/1983); episodio completo.

1992-1993: "Brise de mer"

Corto Maltese n.11 - 1992

(M) 1992-1993: Brise de Mer. Italia: rivista "Corto Maltese", Rizzoli Milano Libri, n.110 (11/1992) - n.117 (06/1993); 72 tavole - episodio rimasto incompleto per la chiusura della testata.

(M) 1993-1994: Brise de Mer. Francia: rivista "(A Suivre)", Casterman, n.184 (05/1993) - n.194 (03/1994); episodio completo.

Note:

  1. Il "Long Range Desert Group" era l'omologo inglese delle "Compagnie Auto-Avio Sahariane" italiane e con esse ebbe numerosi scontri nel triennio 40-42 che è l'arco temporale nel quale si svolgono gli episodi della saga. In realtà Pratt sostiene che esisteva una unità irregolare dell'esercito britannico che lavorava con lo LRDG.

  2. Intervista di Dominique Petitfaux. Volume "De l’autre côté de Corto", Casterman 1990. Edizione italiana: "All'ombra di Corto", Rizzoli Milano Libri, 1992.

  3. "Koinsky Racconta... due o tre cose che so di loro". Riedizione di sei racconti di guerra scritti da Pratt per le Fleetway Editions di Londra. In aggiunta ad essi due nuovi racconti: "Un pallido sole primaverile" e "Baldwin 622".